Giunge alla sua sesta edizione Totem Arti Festival, nato con la precisa volontà di costruire un momento di alto livello culturale e di confronto artistico nella periferia nord di Ferrara, animato dal bisogno di dare vita ad un nuovo pensiero critico, immaginando e promuovendo la cultura come bene fondamentale, capace di ridisegnare, attraverso il dialogo tra tutte le componenti sociali del tessuto urbano, il senso e la forma dei contesti in cui agisce

VENERDì 18 MAGGIO

H 21:00 / Piazza Buozzi (o al Teatro Cortàzar in caso di pioggia)

DOMINO | anteprima Totem Arti Festival
gratuito

DOMINO | Teatro Nucleo

La dittatura perfetta avrà le sembianze di una democrazia, una prigione senza muri nella quale i prigionieri non sogneranno mai di fuggire
A.Huxley

Nel presente distopico di “Domino” non ci sono buoni e cattivi, i personaggi si muovono come pedine di un gioco crudele, ingranaggi di un sistema perverso che sembra non lasciare scampo . Cuore del gioco è un misterioso meccanismo di selezione, al quale sono sottoposte le quattro donne protagoniste . L’enigmatico parallelipedo sulla scena, lontano cugino del “monolito” di 2001 Odissea nello spazio, domina con la sua pesantezza, metafora di un potere sempre più difficile da identificare e sovvertire .

GIOVEDì 24 MAGGIO

H 17:00 / Piazza Buozzi

LEONIA
Spettacolo conclusivo del laboratorio per le classi quarte della scuola primaria Carmine della Sala di Pontelagoscuro.

 

H 18:30 / Piazza Buozzi

OKE ARO | Danza contemporanea
di Elvio Pereira De Assunçaoe Susanna Accornero.
Teatro del Pratello e Associazione Botteghe Moliere.

Gratuito.

 

H 19:30 / Piazza Buozzi

CONCERTO MIATRALVIA
Rock Band con strumenti innovativi costruiti con materiali di scarto.
Partecipazione libera e gratuita.

 

H 21:30 / Teatro Cortàzar

11
Spettacolo di circo contemporaneo – con Veronica Capozzoli – Lapso Cirk
Ingresso a pagamento

Concerto | MIATRALVIA

MIATRALVIA è una formazione musicale di 3 elementi nata nel 2010 all’interno della Cooperativa Lunezia di Pomponesco (MN); l’intento del gruppo è ovviamente musicale, ma anche ecologico. Gli strumenti suonati dai ragazzi, infatti, non sono “tradizionali”, bensì riciclati: sono stati costruiti con materiali di recupero come vecchie scope rotte, bidoni della spazzatura, tubi di plastica e vecchi elettrodomestici rotti.

Spettacolo di circo contemporaneo | 11

11 porta sulla scena l’ossessione di una donna per la sua idea di controllo: l’effimera convinzione di poter gestire completamente se stessa e ciòche accade attorno a sé.
Lei si barrica nella rigidità di un universo geometrico, ma cosa accadrebbe se si lasciasse andare al suo istinto?
11 si interroga sulla volontà umana, troppo umana, di rinchiudere, limitare e delimitare, controllare, e sull’incontro tra questo bisogno ostinato e la casualità, l’imprevedibile, l’ignoto e, per conseguenza, il lasciarsi accadere.


idea e interpretazione Veronica Capozzoli
in collaborazione con Jorge Silvestre Granda, Rafael de Paula Guimaraes, David Diez Mendez, Iris Muñoz
creazione luci di Enzo Flavio Cortese
Produzione Kolektiv Lapso Cirk
in coproduzione con Erasmus+/CIRCollaborative Tools, Mirabilia Festival Europeo/Terre di Circo, Fondazione Cirko Vertigo, CIRQUEON, Espace Catastrophe, Industria Scenica
con il sostegno di Latitude 50, C.L.A.P.S., Café de las Artes, Flic Scuola di Circo, Teatro Nucleo, Dinamico Festival

VENERDì 25 MAGGIO

Giardino della Scuola Braghini Rossetti

Giochi antichi
Dal tiro al bersaglio al dragone, dalle bocce ai disegni sull’asfalto tanti giochi interattivi per intrattenerci tra uno spettacolo e l’altro
In collaborazione con Associazione “UNBELDì”

 

H 11:00 / Biblioteca G. Bassani

REVOLUTJA
Laboratorio di illustrazione – a cura di Silvia Meneghini.
Rivolto alla scuola primaria di Barco

 

H 16:30 / Scuola Carmine della Sala

MASCHERE DI LEGNO | Laboratorio di costruzione con scarti del legno – a cura di Silvia Meneghini
Su prenotazione

 

H 18:00 / Giardino della Scuola Carmine della Sala

INCONTRI. 14 PASSI NELLE SCRITTUREPerformance interattiva a cura di Stalker Teatro
Ingresso a pagamento

 

H 19:00 / Piazza Buozzi

YES LANDSpettacolo di circo, Giulio Lanzafame compagnia Onarts – selezione call Totem Arti Festival
Partecipazione libera e gratuita

 

H 20:00 / Piazza Buozzi

FE|HHGruppo Hip Hop
Partecipazione libera e gratuita

 

H 21:30 / Teatro Cortàzar

CERIMONIALE | A.R.T.I Area Ricerche Teatrali Indipendenti
Ingresso a pagamento

Laboratorio di ombre | OMBRE IN CASSETTA - Officine Duende

Un laboratorio di costruzione per creare un teatrino portatile di luci e ombre dove animare le storie che ognuno ha nel cuore. Per bimbi e bimbe a partire dai 6 anni.

INCONTRI. 14 PASSI NELLE SCRITTURE | Performance interattiva a cura di Stalker Teatro

Stalker è uno spettacolo interattivo, nel quale i performer, con l’ausilio di pochi oggetti, interagiscono tra loro e con il pubblico con gesti e giochi dando vita a diversi quadri dallo svolgimento conciso ma lirico e fantasioso.
Progetto e regia: Gabriele Boccacini;
Musiche originali eseguite dal vivo: Riccardo Ruggeri;
Performer: Dario Prazzoli, Stefano Bosco, Gigi Piana, Adriana Rinaldi;
Disegno luci: Andrea Sancio Sangiorgi;
Produzione: Stalker Teatro
Con il sostegno: Mibact, Regione Piemonte

FE|HH | Gruppo Hip Hop

FE|HH nasce come idea per un mini festival, la prima edizione si è svolta tra aprile e giugno 2017 presso il centro sociale La Resistenza. FE|HH è pensato per valorizzare il concetto di Rap come linguaggio di Resistenza e di Hip-Hop come cultura di Ribellione attraverso i racconti e le esperienze degli artisti che si esibiscono sul palco. In seguito si forma un collettivo che organizza Party, Jam e concerti nei principali punti aggregativi della Città di Ferrara, coinvolgendo artisti da tutta Italia e dando la possibilità ai giovani MCs, Djs, B-Boys, B-Girls e Writers ferraresi di esprimersi liberamente su un palco con un microfono in mano

SABATO 26 MAGGIO

IL BAULE IN PIAZZA | LMercatino
in collaborazione con la Proloco

 


H 16:30 / Scuola Carmine della Sala

OMBRE IN CASSETTALaboratorio di ombre – Officine Duende
Necessaria prenotazione

 

H 18:00 / Giardino della Scuola Braghini Rossetti

SIN | Teatro fisico e danza contemporanea. Mario Coccetti, Progetto S
Ingresso a pagamento

 

H 19:00 / Sala Nemesio Orsatti

LA FAVOLA DELLE TRE MELARANCE | Spettacolo di teatro ragazzi.Teatro Bertolt Brecht e Teatro ragazzi
Ingresso a pagamento

 

H 20:00 / Cortile Centro Civico Pontelagoscuro

SHAME IN ITALY, DIRITTI? NO, GRAZIE | Performance danza urbana di Simona Argentieri
Partecipazione libera e gratuita

 

H 20:30 / Piazza Buozzi

SBADABENG | Performance di Body Percussion – di Anselmo Luisi
Partecipazione libera e gratuita

 

H 21:30 / Teatro Cortazar

DIGITO ERGO SUM | Gandomi-Lorenzetti – Selezione call Totem Arti Festival
Ingresso a pagamento

Laboratorio di ombre | OMBRE IN CASSETTA - Officine Duende

Un laboratorio di costruzione per creare un teatrino portatile di luci e ombre dove animare le storie che ognuno ha nel cuore. Per bimbi e bimbe a partire dai 6 anni.

Teatro fisico e danza contemporanea |SIN. Mario Coccetti, Compagnia Progesso S

Dominio, sottomissione, prosciugamento, assenso, contrasto, desiderio, abbandono, controllo, scoperta e perdita di un rapporto di coppia, vengono interpretate in maniera trasversale, liberando i corpi dal proprio sesso di appartenenza, in un apparato coreografico in cui l’unico atto deplorevole è l’incapacità di afferrare un possibile futuro per lasciarlo dissolvere col trascorrere del tempo.
Un incontro casuale in una balera pone in relazione due perfetti sconosciuti che, nell’arco di una notte, si vedranno costretti a sviscerare le possibili declinazioni di un legame, nell’incedere ritmico del tango.

Compagnia: Progetto S
Coreografo: Mario Coccetti
Danzatori: Rocco Suma e Salvatore Sciancalepore
Produzione: Associazione Culturale Cinqueminuti
con il sostegno di De Micheli Festival e Teatro Due Mondi
foto di scena: Fabio Sau

Spettacolo di teatro ragazzi | LA FAVOLA DELLE TRE MELARANCE - Teatro Bertolt Brecht e Teatro ragazzi

L’amore delle tre Melarance è la storia di un principe, di un re, di buffoni e saltimbanchi, di maghi, streghe e principesse, è una storia di intrighi, magie, trasformazioni e non è una storia per soli bambini.
Racconta le contraddizioni della vita reale, al centro della vicenda un principe che non riesce più a ridere e che soltanto con un “maleficio” scopre il proprio destino e, in modo assai rocambolesco, il proprio potenziale. Liberamente tratto dalla favola del Gozzi e prendendo in prestito l’uso musicale che ne fece Prokof’ev su scrittura di Majerchol’d, il Teatro Bertolt Brecht presenta la sua versione con la regia di Maurizio Stammati.

regia Maurizio Stammati
con Dilva Foddai, Valentina Ferraiuolo, Maurizio Stammati

Performance danza urbana | SHAME IN ITALY, DIRITTI? NO, GRAZIE

Ispirato agli scandali nei settori tessile e calzaturiero che, in Asia, Est Europa e nelle nostre regioni da nord a sud, coinvolgono milioni di lavoratori a cui sono negate dignità lavorativa e condizioni minime per la sicurezza; dietro il fascinoso mondo della moda, una vergogna di sfruttamento e precarietà . In scena, una montagna di vestiti come una montagna di spazzatura da idolatrare, totem simbolico, un corpo tra quei vestiti come corpo spazzatura che suscita indignazione giusto il tempo di un notiziario.

Coreografia e interpretazione: Simona Argentieri
Produzione: Babel crew
Costumi e Scene: Angoli di Mondo Coop Sociale
Musiche: Argentieri, Four Tet, Russolo.
Con il sostegno di: Angoli di Mondo, Cantieri Culturali Creativi Rovigo, Cultura Tango asd, Spazio Zephiro.

SBADABENG | Performance di Body Percussion - di Anselmo Luisi

Un uomo, da solo, su un palco. Nessun oggetto, nessuno strumento, solo il proprio corpo. Un viaggio a cavallo tra musica e teatro che fa scoprire situazioni sonore inaspettate tra canto, mimo e la percussione corporea. Un attacco allergico di tosse diventa una performance di beatbox; una scena di mimo di una signora che si lamenta con il cameriere al ristorante diventa un duetto di scat e di grammelot ritmico; un uomo che si pulisce la camicia dalla sporcizia diventa una performance di body percussion che trascinerà il pubblico a sperimentare sulla propria pelle cosa significa percuotersi per generare suono.
Di e con Anselmo Luisi

DIGITO ERGO SUM | Gandomi-Lorenzetti

Digito ergo sum narra la lotta di due donne in finale ad una selezione. Due identità senza più un nome ma numeri irrigiditi in divise monocromatiche, in un sistema che sottopone a prove di abilità attraverso una Voce invisibile e onnipresente che seduce e conduce, come in un reality show, al limitare del precipizio. Come nel mito della Caverna di Platone, le due donne sono proiezioni alle pareti di questa grande stanza che le contiene, archetipi di un dramma contemporaneo che non sa più affrontare né comprendere il mondo nel quale si è immersi se non attraverso uno schermo luminoso. Digito ergo sum è il racconto tragicomico di un’umanità in crisi, vorace e spietata, che ride e si consola delle disgrazie altrui, che fa della dipendenza tecnologica lo scudo ideale contro la solitudine e l’inadeguatezza.

Di e con Ulduz Ashraf Gandomi, Cecilia Lorenzetti
Voce Fabrizio Carbone
Regia Alessandra Tomassini

DOMENICA 27 MAGGIO

IL BAULE IN PIAZZA | LMercatino
in collaborazione con la Proloco

 

H 15:00 / Wunderkammer

BICICLETTATA COLLETTIVA | Arrivo al Totem Arti Festival, in collaborazione con Fiab e con animazioni a cura di Andrea Zerbin

 

H 16:30 / Giardino scuola Braghini Rossetti

FAMILY CIRCUS | Laboratorio di circo con Andrea Zerbini
Su prenotazione

 

H 17:00 / Teatro Cortàzar

IL CORPO TRADUCE | Gruppo Teatro Danza “Fragile”
Ingresso a pagamento, 5 euro

 

H 17:00 / Casa di Carla

LA RIUNIONE | C.R.A.S.C.
Ingresso a pagamento su prenotazione, per solo pubblico femminile, 15 spettatrici

 

H 18:00 / Piazza Buozzi

HANGER | Teatro, di Mario Levis – selezione call Totem Gravità Zero
Partecipazione libera e gratuita

 

H 19:00 / Casa di Carla

LA RIUNIONE | C.R.A.S.C.
Ingresso a pagamento su prenotazione, per solo pubblico femminile, 15 spettatrici

 

H 19:30 / Piazza Buozzi

SOAP TRIP | Concerto
Partecipazione libera e gratuita

 

H 21:30 / Teatro Cortàzar

DIALOGHI CON TRILUSSA | Teatro Potlach
Ingresso a pagamento

IL CORPO TRADUCE | Gruppo Teatro Danza “Fragile”

Corpo, porzione limitata di materia definita da una o più proprietà che le conferiscono un’individualità .
Mani che esplorano, che creano contatti, mani che segnano parole nel silenzio.
Occhi che si scoprono e trasmettono il percorso dell’anima. Il respiro, testimonianza del ritmo intimo e protetto del cuore. […]
Corpo vivo che traduce. Ogni cosa il corpo dice.
Corpo che sa.

Regia Cinzia Cervi
Aiuto regia Elena Bonfà , Beatrice Ferrari, Adele Gazzotti
Attori, Chiara Atti, Giulia Barban, Francesco Chierici, Marco Chierici. Matteo Fusi, Massimo Peroli, Taryn Soriani e con Cinzia Cervi, Beatrice Ferrara, Adele Gazzotti, Chiara Scaglianti
Voce Sergio Fortini
Riprese e montaggio video Beatrice Ferrari
Testi di Fragile Teatro Danza
Tecnico alla consolle Elena Bonfà

Concerto | SOAP TRIP

Formazione insolita e sonorità minimaliste ed accattivanti, un mèlange di trip hop elegante e pop raffinato con radici mediterranee. Soap Trip è un eclettico duo foggiano basato a Parigi e nato nel 2012

DIALOGHI CON TRILUSSA | Teatro Potlach

Uno spaccato della società del secolo scorso a cavallo delle due guerre che ci permette di riflettere sul nostro tempo e sulla società odierna. È tutto poi così cambiato ? Attraverso alcune delle più belle poesie di Trilussa, l’attrice regala agli spettatori uno spettacolo in dialetto romanesco indirizzato ad un pubblico di adulti e di giovani. Sentiremo parlare di amori tragico – comici, di un vecchio porco e dell’onestà delle nonne di un tempo. Un dialogo, più che un monologo, con il celebre poeta romano che con la sua ironia e la pungente satira è riuscito a raccontare oltre cinquanta anni di cronaca italiana.

Regia Pino di Buduo
Con Daniela Regnoli

24-25-26-27 MAGGIO

PUNTO RISTORO in Piazza Buozzi

 

INTERVENTI CREATIVI | a cura di Silvia Meneghini e della classe I F della scuola media Ferruccio Mazza di Barco

 

dalle ore 19 alle ore 23 / sala 2 Teatro Julio Cortàzar

OGGI SO | Mostra fotografica di Francesca Marra

OGGI SO | Mostra fotografica di Francesca Marra

L’ombra della violenza sulle donne nelle fotografie di Francesca Marra

26 polaroid raccontano le tappe di un calvario. Uno storytelling condiviso e contaminato, comunione ed empatia: scrittura, immagine, immaginato. Ossimori e chiasmi, analogie si sovrappongono, cedono il passo, attendono senso. L’immagine dice dove la parola tace, e la parola è testimonianza di ciò che l’immagine allude. La polaroid è sedimentazione e immediatezza, immagine che si sovra-impressiona di tempo, luce che si fa grazia e rimargina la cicatrice. La paura è testimonianza, empatia tascabile. Il racconto è un diario intimo, spazio pubblico che ha attraversato la pelle.

DOVE SIAMO

INFO E BIGLIETTI

Biglietti
– Carnet giornalieri 15 euro (10 euro ridotto)
– Singoli spettacoli: 8 euro intero – 5 euro ridotto (4-13 anni)
Sotto i 4 anni ingresso gratuito.

I laboratori sono compresi nel carnet giornaliero ed è necessaria la prenotazione.
Agevolazioni per famiglie e gruppi numerosi.

 

Per prenotazione dei biglietti e carnet
totemfestival.info@gmail.com  /  Teatro 0532 464091  /  Biglietteria +39 3273379372
Per informazioni:
totemartifestival@gmail.com

Web: www.totemartifestival.com – Facebook: TotemArtiFestival – Instagram: TeatroNucleo
#totemartifestival2018

 

Rassegna Stampa Totem Arti Festival

INFO

CREDITI

TOTEM ARTI FESTIVAL – SESTA EDIZIONE

Un progetto di Teatro Nucleo
Illustrazione Giada Fuccelli
con il sostegno di Comune di Ferrara, Regione Emilia Romagna, MiBACT, NL Properties
in collaborazione con Comitato vivere insieme, Proloco di Pontelagoscuro, Biblioteca Bassani, Cooperativa Il Germoglio, Fiab, Altre Velocità, Associazione Unbeldì

PARTNER

Teatro Nucleo

Comitato Vivere Insieme Pontelagoscuro

Comune di Ferrara

Regione Emilia-Romagna

Ministero per i Beni Artistici e Culturali

Altrevelocità

CALL DI PARTECIPAZIONE TOTEM ARTI FESTIVAL 2018

Sono 134 le compagnie che dai quattro angoli del globo hanno partecipato alla open call “Totem Arti Festival 2018″.
Grazie all’intenso lavoro della giuria composta da Teatro Nucleo, Manuela Rossetti (regista e storica del teatro), dal collettivo Altre Velocità di Bologna e dalla “Giuria dei ragazzi” composta da due classi delle scuole medie dell’Istituto Comprensivo Comsè Tura sono stati scelti i tre spettacoli che entreranno nel programma della sesta edizione di Totem Arti Festival >>24-27 Maggio 2018<<

 

DIGITO ERGO SUM della Compagnia Gandomì-Lorenzetti
un atto unico tragicomico, nato dalla necessità di sensibilizzare il pubblico al tema dell’identità e delle dinamiche relazionali nell’epoca digitale

 

YES LAND di Giulio Lanzafame (Compagnia Onarts)
Yes Land è un progetto solista che unisce clownerie e diverse tecniche circensi,
acrobatica, giocoleria, corda molle, equilibrismo, manipolazione di oggetti e
bicicletta acrobatica. Lo spettacolo esplora il progressivo adattamento di un clown in un ambiente conosciuto ma impossibile da dominare e le dinamiche di movimento che ne derivano.

 

SIN Compagnia Cinqueminuti – coreografia e regia Mario Coccetti
Un incontro casuale in una balera pone in relazione due perfetti sconosciuti che, nell’arco di una notte, si vedranno costretti a sviscerare le possibili declinazioni di un legame, nell’incedere ritmico del tango. Le dinamiche di dominio, sottomissione, prosciugamento, assenso, contrasto, desiderio, abbandono, controllo, scoperta e perdita di un rapporto di coppia, vengono interpretate in maniera trasversale, liberando i corpi dal proprio sesso di appartenenza, in un apparato coreografico in cui l’unico atto deplorevole è l’incapacità di afferrare un possibile futuro per lasciarlo dissolvere col trascorrere del tempo. Avviato grazie al Teatro Due Mondi (Faenza – RA), SIN parla degli ideali, della libertà e della ricerca della felicità dell’essere umano in una società concentrata in se stessa. Attraverso la danza, SIN vuole raccontare un valore culturale e una realtà viva, sonora, che continua ad ardere. SIN indaga il confine tra ladistanza e la vicinanza degli esseri umani, le relazioni e il desiderio di conoscersi e riconoscersi come un unico corpo.

CALL

La presente call è finalizzata alla selezione di tre spettacoli da inserire nella più ampia programmazione della sesta edizione di Totem Arti Festival che si svolgerà dal 24 al 27 maggio 2018 a Pontelagoscuro, Ferrara.

 

La sesta edizione punta ad ampliare il coinvolgimento della comunità ed è a tale fine che è stata istituita una giuria di giovanissimi che parteciperà, attraverso un percorso guidato dal Teatro Nucleo, alla selezione degli spettacoli e all’individuazione degli spazi (urbani, pubblici, privati) in cui ambientarli.

 

La call è aperta a singoli artisti e compagnie di teatro di ricerca, di danza, circo, teatro di figura,
di narrazione, teatro di strada, teatro ragazzi.

 

Scarica la call in formato pdf

OBIETTIVI PRINCIPALI

Dare spazio a compagnie giovani o emergenti che pongano al centro della loro ricerca un’attenzione al lavoro attoriale, alla dimensione drammaturgica e alla capacità di plasmare l’opera in relazione al contesto urbano e agli “spazi alternativi”.


Il tema è libero, sarà data priorità a progetti che concentrano l’attenzione sulla realtà contemporanea, sulla memoria storica, su problematiche di carattere sociale, ambientale, politico.


Si vogliono favorire l’incontro tra diverse fasce di pubblico e il confronto tra artisti con differenti esperienze e provenienti da diversi ambiti.

PRESENTAZIONE DEI PROGETTI

Possono partecipare al bando persone, gruppi o associazioni di qualsiasi nazionalità.
Il numero massimo dei componenti della compagnia è di 5 elementi.
La partecipazione è gratuita.


Possono partecipare spettacoli che abbiano già circuitato così come progetti ex-novo, purché essi possano raggiungere una forma definitiva ed essere presentati nel corso del Totem Arti Festival in una delle seguenti date: 24-25-26-27 maggio 2018.


I progetti andranno inviati entro e non oltre il giorno 28 Febbraio tramite email all’indirizzo totemartifestival@gmail.com / oggetto / call di partecipazione.


Entro il 30 Marzo verranno comunicati gli esiti della selezione sui siti internet www.totemartifestival.com e www.teatronucleo.org

Cosa serve:
– Nome, indirizzo email e numero di telefono /contatto skype di uno o due referenti della Compagnia.
– Presentazione della Compagnia e curriculum di ciascun componente.
– Sinossi del progetto e presentazione dettagliata.
– Scheda tecnica. I requisiti tecnici devono essere minimi e il lavoro deve comunque potersi adattare a spazi non convenzionali al chiuso o all’aperto.
– 3 foto in formato jpg.
– video integrale nel caso di spettacolo finito, video delle prove utile alla comprensione del lavoro in caso di progetto in fieri (tramite link a Youtube, Vimeo)
– video promo/teaser (tramite link a Youtube, Vimeo)
.
– Link a sito internet/ pagine Social della Compagnia
.
– E’ utile ai fini della valutazione la presentazione di video di spettacoli precedenti.

GIURIA

– Teatro Nucleo
–  Altre Velocità gruppo di osservatori e critici delle arti sceniche, impegnato a favorire un tessuto di relazioni fra le arti e la società contemporanee, guardando al teatro e alla danza di ricerca, agli artisti emergenti e al contesto internazionale
–  Manuela Rossetti (storica del teatro e regista)
–  Giuria dei ragazzi di Pontelagoscuro e Barco

CONDIZIONI DI PARTECIPAZIONE

Le Compagnie e gli artisti selezionati saranno tenuti a rappresentare i loro spettacoli – per un minimo di due
e un massimo di quattro repliche – all’interno del Festival in date da concordare.
Il cachet a disposizione per ogni compagnia è di 500 euro +iva in tutto.
Il vitto e l’alloggio sono a carico degli organizzatori.
Le spese di viaggio sono a carico della Compagnia.

ULTERIORI CONDIZIONI

La partecipazione al presente bando implica l’accettazione di tutte le condizioni.
L’organizzazione si riserva la possibilità di introdurre eventualmente modifiche se ritenute necessarie per garantire la buona riuscita del
progetto. Gli spettacoli verranno selezionati ad insindacabile giudizio della giuria.